sabato 21 gennaio 2012

Carne dal passato

La lasciai a marcire,
Soffocata tra i ricordi.
Vidi vermi pigri
Succhiarne le carni,
Il silenzio e la distanza
Smagrirne e sbiadirne le forme,
Il richiamo,
I profumi.
Ma una volta rimasta d'ossa,
La vidi alzarsi, camminare, tornare.
E allora ritrovai, riattaccai modellai le carni.
Ben presto m'accorsi
Che altro era l'animo,
Altra la forma.


Related Article:

2 commenti:

Melinda ha detto...

Senza nulla togliere ai tuoi bellissimi versi...ma devo fare un saluto:
ciao micetti, siete sempre meravigliosi!!!

gelo stellato ha detto...

ahahaha
sì, i gatti son bellissimi :D

Posta un commento


 

Il blog di gelo

Salvadeat

Il mostro sul comodino

Copyright 2010 pensieridigelo. All rights reserved.
Themes by Bonard Alfin | Distributed by: free blogger template videobest blogger templates of 2013 | best vpn anonymous best vpn on mac