mercoledì 31 luglio 2013

In curva

Percorro imprudente
La curva.
 
Presa male,
Forse troppo veloce,
Di sicuro troppo vicino ai contorni
E al palpitare
Dei muscoli.
 
Spalanco gli occhi in faccia al timore dello schianto.
 
Il palmo sfiora la pelle, appena;
I muscoli tesi
Il busto s'inclina...
 
Era quella un curva dolce
Invitante,
In discesa leggera.
 
Eppure ho accelerato,
Ho cercato l'ostacolo,
Carezzato,
Affrontato,
Ho perso il controllo...
 
... si è fermato
Il respiro.
 
E la curva,
Quella curva,
L'ha portata via la mano.
Rapita.
La curva,
Quella curva,
E' quella del tuo seno:
Non è qui,
Non è lontano.


lunedì 22 luglio 2013

Voce illune

Luna luna capricciosa,
Giostra sei e poi
Giostra sulle chiome,
Sulle verdi nude teste,
Nude stanze, danze mute,
Di finestre senza nome.
Dei muri, delle mani,
Fanne quiete, fanne fame,
Ché le dita
Delle rane
Suonino muschi
Stringano piano
I fossi
Con le loro febbri insane.
Notte fonda, Luna chiara
Finché dura la rugiada
Copri lesta,
Lama angusta,
Il buio in festa
E la sua voce rara.



mercoledì 17 luglio 2013

Palmi spaziosi

Non ho dormito
Non lo faccio mai
Non lo fai nemmeno tu.

Ci troviamo per questo
Nei palmi spaziosi dell'inquietudine
A camminare in tondo
Con una mano in tasca.

L'altra
Dimenticata a casa,
Vicino al portafrutta.


domenica 14 luglio 2013

Fosse una

Eppure sono tante, 
Ma temo di avere
Soltanto due cose
Da darti.

Una fosse il timore
Di chi
Sempre ne sa
Di più o meglio o differente,
Di chi ha sempre ragione
E di chi
Non l'ha avuta mai.
La paura dell'uguale, dell'unico, del solo,
Di chi mai discute e di chi sempre ha qualcosa
Da dire.

Una fosse l'entusiasmo,
Delle cose leggere, 
Ali di libro e farfalla,
Cucite sulla schiena delle cose lasciate a metà.
Delle imprese iniziate,
Degli abiti accartocciati
Per giorni sul pavimento,
Delle pazienze sputate via,
Come noccioli, come zanzare sfortunate
Gonfie di sangue
O di speranza.

Una fosse il fastidio
Per le bandiere e per le mani
Che ne reggono il vento,
Per le disonestà taciute,
Per le vite corte,
Strette,
Immusonite,
Aspre,
Senza fame e senza
Sete.

Una fosse la noia,
Sbuffata a fiotti,
Per le beltà, 
Le nude massive beltà,
Una più una più una
E nessuna
A fingersi moltitudine,
Altitudine,
Verità;
Fingersi dita di una mano senza braccio
E corpo
E cuore.

E fosse una il riso
Per il caffè rovesciato,
La ruota bucata, 
Il denaro bruciato al sole degli sprechi e 
Delle mancanze.

E una lo sprezzo
Per il vile
Disegno dei confini.

Un'altra il culo
Sfondato
Delle bugie
Da prendere a calci 
O pugnalate.

Una fosse
Quest'una
Come non fossero
Che parole.
 


venerdì 5 luglio 2013

Obama vs Alfano

video




 

Il blog di gelo

Salvadeat

Il mostro sul comodino

Copyright 2010 pensieridigelo. All rights reserved.
Themes by Bonard Alfin | Distributed by: free blogger template videobest blogger templates of 2013 | best vpn anonymous best vpn on mac