lunedì 31 gennaio 2011

Ragnatele di zucchero filato


Loro hanno braccia lunghe
Che trascinano
Per chilometri,
Dita come archi
E frecce
Di un Cupido zoppo
E figlio di puttana.
Hanno ragnatele di zucchero filato
Per mosche di cioccolato
Agli angoli delle stanze
E delle strade.
Loro han sempre freddo,
Noi
Sempre fame.


venerdì 28 gennaio 2011

Bellezza gatta

 E' tutto facile
Quando si può
O non si può
Andare altrove.
La bellezza è un gatto
Che sfugge
Ai fanali dell'auto
E potrebbe essere
Qualsiasi altra cosa.


giovedì 27 gennaio 2011

Senza semi


Io che cerco parole mistiche,
Un pensiero mio
Da donare,
Una canzone di Buckley
Alla radio,
L'idea della sana morte
Nei pensieri.

Io senza semi,
Ma con nidi
E radici.


martedì 25 gennaio 2011

Si va

Si va.
Sempre.
Ovunque.

A dormire
E in vacca.
Al mare,
A scuola,
A puttane.

Si va piano,
Avanti,
Lontano.

Si va a casa
E a fanculo.

Si va 
A quel paese
Dove si va dentro
E fuori
E incontro.


Si va male,
Bene,
E come si avesse solo
Testa e coda
Si va fuori
Dai coglioni.

E alla fine
Anche da fermi
Consumati lungo i bordi
Si saluta e si va
Via.


lunedì 24 gennaio 2011

Due volte vivi


Eravamo il fumo carnefice
A forma di cuore,
La mano sul culo
Della moralità degli altri.
Avevamo sogni a sonagli 
E sonni truccati
Per durare di più.
Eravamo fieri,
Ma volevamo essere 
Fiere,
Ed evitare gli occhi dolci
E le multe salate.

Eravamo due volte vivi,
Ma non ce n'eravamo accorti.


domenica 23 gennaio 2011

Seminavi semafori


Ti ho sentita
Ciabattare da molto
Seminando semafori
Che adesso predicano fieri
In strade dalla faccia sporca.

E raccoglievi segnali,
Coperte,
Calzini, 
Delusioni,
Con una scodella
E qualche borsa di plastica
A tagliarti le mani,
Che non ti fermavi mai
A raccogliere.

Ti ho sentito per anni,
Madre,
Mettere troppo zucchero
E troppo sale
Poi preda del vento
Partorito voltandomi.


venerdì 21 gennaio 2011

Occhi lunatici


Che una luna così
Ha dentro i vortici e la maionese,
Divide in tre
I quadrifogli,
I quadrati
In cerchi
E ti prende per mano prima
Del freddo
E dell'uragano.

Che una luna così
Ha il tuo nome e cognome
E sangue
E timore
E codice fiscale,
E se la guardi,
E con due spilli regali gli occhi
Alla faccia,
Ti accorgi bene
Che non sono tuoi,
Né suoi.


giovedì 20 gennaio 2011

Pensieri da compagnia

Costruisci un pensiero,
Piano,
Ascoltane altri
Per unire le ossa;
Pesca nelle tue tasche
La pelle e i cuori;
Per i muscoli,
Non entrare nelle stanze
Che non fanno per te.

Non dimenticare molti occhi,
Uno
Per ogni volta che distogli lo sguardo
Da chi non ne ha;
Se vuoi farli volare
Non credere a nessuno
E mettici suono di sorriso
Se vuoi farli respirare,
Sott'acqua,
Per anni.

Non privarti di una canzone,
Da usare come chiave;
Un libro
Perché abbia sempre da mangiare
E tutti gli sbagli che hai fatto
Per farlo correre e camminare.


mercoledì 19 gennaio 2011

In una ruga


Ho messo un fiume in una ruga
Della mano
Ed era ciò che restava
Di un bacio satollo e pasciuto
Di sale e buon umore.


martedì 18 gennaio 2011

Trovami un ricciolo

 
Trovami un ricciolo,
Trovamelo.
E pensami prima di dormire,
Prima che il buio
Chiami i sogni
Dell'incoscienza.
Trovami il coraggio
Minaccioso del giullare.
Trovamelo.
Desiderami come un'occasione,
La mano sul fianco,
Il letto comodo e il bosco
Di una sconfinata prigione.


sabato 15 gennaio 2011

La mia neve


La mia neve cade già
In pupazzi,
La tua è fatta di fiocchi
Di vaniglia e panna.

La mia mano ha una carezza
Per dito,
La tua stringe il sesso come la vita
Di un bimbo.

La mia possessione è una libertà
Segregata,
La tua prigione sbarre
Tracciate con un dito
Sulla condensa
Di uno specchio.


venerdì 14 gennaio 2011

Rime baciate


Ti ho voluta senza pietà
Per la parsimonia.

Cavato più volte gli occhi
Al non dovrei
Scavato dalla tomba
Il non dovremmo,
E la terra gelata
E le mani spaccate
I barbagli di luce negli occhi
Germogliati sul cuore,
Erano poca cosa,
Ché persino le rime,
Di te,
Avrei baciato.


giovedì 13 gennaio 2011

Lei è un biscotto


Lei è un corpo cavo
Un biscotto che trema
Forte,
In faccia al latte troppo caldo.
Non pensa alle mosse
E sulla scacchiera
Accende fuochi,
E griglia i cuori e
Qualche nuvola
Con poco sale.
Lei è tasca e bottone,
Elastico per trattenere,
Strappo
Per vestire.


mercoledì 12 gennaio 2011

La frase più bella del mondo


Mi hanno visto e sentito
Zoppicare,
Pelle al muro,
Inseguito dai decani
E da quelli che ne sanno
Più di me,
Mentre cercavo nelle tue orecchie,
La frase più bella del mondo.

E mi sono difeso 
A mani legate,
Cercando di insegnare
Solo ciò che ho imparato
Veramente
E se n'è andato già da tempo
Dai libri 
E dai diari.


martedì 11 gennaio 2011

Di un sipario bucato

Di un sipario bucato,
Da cicche e sforbiciate
Gettate a casaccio,
Senza allungare le braccia,
Che mi dici?

Di una tempesta di carte,
Scartoffie e cartacce,
Che imbratta le scrivanie
E dondola nelle liste
Delle cose da fare,
Che mi dici?

E dei lupini, 
Delle lucciole,
Della gomma pane,
Delle cabine telefoniche?
E dell'alba,
Soprattutto,
Che non abbiamo mai la pazienza
Di osservare.


lunedì 10 gennaio 2011

I misteri dell'alchimia


Ero quello avvinto,
Che cercava i misteri nell'alchimia, 
Nelle stelle, 
Nei capricci dei fantasmi.
Persino nell'oceano profondo e nell'amore.
Tu mi hai insegnato
A considerare gli elastici,
I labirinti sui cavolfiori,
Gli specchi e le previsioni del tempo.
Capivo che c'era da capire,
Ma non ce l'ho fatta mai.
 


venerdì 7 gennaio 2011

Parole a spasso


C'è chi adopera le parole
Come portare fuori la spazzatura,
Chi
Come portare a spasso i cani.
C'è chi usa i silenzi,
Per fare lo stesso,
Chi i baci o il sesso.
Alcuni,
Hanno guinzagli alle pareti,
Chiodi senza quadri,
Finestre foggiate a toppa.
Nel camino attizzano
Un fuoco che si può tenere
Persino in mano.


giovedì 6 gennaio 2011

Prima del mostro

video


mercoledì 5 gennaio 2011

Buoni propositi


E per quest'anno
Immaginandomi
Come un pallone blu
Da due euro
Che rimbalza
E poi galleggia
Sul mare,
O un pinguino
Che cammina
Su una gru,
Cercherò di intendere il futuro
Come una torta di passati,
E non dimenticarmi mai
Che non esiste nessun errore, 
Ma solo strade imboccate
A dolci o  veleni,
E che i soli corpi celesti che conosco
Sono i puffi
E la sola verità
Ipotizza che mia nonna
Sia una carriola.



 

Il blog di gelo

Salvadeat

Il mostro sul comodino

Copyright 2010 pensieridigelo. All rights reserved.
Themes by Bonard Alfin | Distributed by: free blogger template videobest blogger templates of 2013 | best vpn anonymous best vpn on mac