lunedì 23 aprile 2012

Fatua

Sei di più.
Più della pece
Dolce
Che ti hanno dipinto
Sui quadri del cuore.

Sei più di una vertigine
Spremuta da un bicchiere;
Di una corda
Tesa
Tra due prigioni,
Di un ricamo sottilissimo
Tra le ciglia.

Nel naufragio dell'appartenenza,
Non si contano le isole:
Il mare aperto
Non può mai
Essere rinchiuso.


Related Article:

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Trovo il concetto di "naufragio dell'appartenenza" particolarmente suggestivo... credo piacerebbe anche a Zygmunt Bauman.

L'anonima maiuscola :-)

gelo stellato ha detto...

e pensare che questo pensiero è nato proprio da lì.
:)

Posta un commento


 

Il blog di gelo

Salvadeat

Il mostro sul comodino

Copyright 2010 pensieridigelo. All rights reserved.
Themes by Bonard Alfin | Distributed by: free blogger template videobest blogger templates of 2013 | best vpn anonymous best vpn on mac