domenica 21 giugno 2015

Dimenticarne alcuno


Arriva l'estate e tu, 
Stendi chilometri e chilometri di bianca illesa voluttà
A separare le labbra
Une dall'altre e tue
Dalle mie
Ruvide
E meticolose.
Si mostra audace il brusio dell'ape
Che aveva nidificato in profondità
Stremato cala il suo silenzio
Sulle palpebre serrate di soavità
Del fiore,
Erano piovuti i baci
Dall'acquazzone improvviso dell'ebbrezza;
Chino, 
Tremante,
Li ho raccolti
Tra i denti
Separandoli
Senza stringere mai
Senza dimenticarne alcuno.



Related Article:

4 commenti:

Patricia Moll ha detto...

Ciao, arrivo dal blog di Romina Tamerici.
Non ti conoscevo ancora ma ora ti faccio i miei complimenti!
Stupende le tue opere!
Patricia

gelo stellato ha detto...

Uh! addirittura! oh be, grazie, è un blog privato di pensieri ma se qualcuno vi trova del bello è sempre cosa buona :)

Micaela Stocco ha detto...

Wow bellissima una poesia propio con il fuoco dentro... dolcissimo Raffaele

Micaela Stocco ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento


 

Il blog di gelo

Salvadeat

Il mostro sul comodino

Copyright 2010 pensieridigelo. All rights reserved.
Themes by Bonard Alfin | Distributed by: free blogger template videobest blogger templates of 2013 | best vpn anonymous best vpn on mac