domenica 16 agosto 2015

Nottemattina

Bevo l'ultima sangria, 
Sul piccolo scalino di marmo, 
Che separa casa mia dalla piazza e da tutto 
Quel che viene dopo. 
Persino una vecchia canzone
Inutile di Billy Idol 
Sembra avere qualcosa da dire,
Ma non me ne accorgo.
Questo è kiwi, questa è uva, 
Questa pare arancia ma è limone 
E vola lontano fino all'asfalto, masticato,
Sotto un tetto di grilli che non ripara 
Da goccia alcuna.
Questa è pesca, quest'altra anche, 
E succhiando alla fine spoglio 
Il bicchiere. 
Non si vergogna: Il fondo è nudo, 
Nemmeno un chiodo di garofano 
Dove appendere le traiettorie 
Dei pipistrelli, 
Nmmeno una zanzara, 
A tenermi compagnia. 

E di domenica mattina la colazione 
Ha le gambe lunghissime, il fiato fresco 
Delle piovosità. 
Arriva con le mani calde, le tasche vuote, 
I discorsi noiosi di un vicino vecchio 
E invecchiato; 
Arriva e porta il caffè, 
Briciole per i passerotti e un brandello 
D'uno di essi per Tsipras, 
Come golosità. 
Porta poche ma vaste 
E voraci verità: 
Che lo yogurt ha senso solo 
Bianco, con la giusta consistenza,
Che gli abbracci non sono 
Poi 'sto granché,
Che il latte scopa bene con la cioccolata
E le fette biscottate sono felici 
Soltanto con uno spessore 
Raddoppiato a forza 
Di marmellata.

Related Article:

2 commenti:

Elisa Sala ha detto...

Anche se faccio fatica a tirare avanti, credimi: è sempre piacevole leggerti.
Mi togli per un nanosecondo i pensieri...C'è il gatto che ti fa compagnia.
Che ci fai a casa di ferragosto?
Ciao

gelo stellato ha detto...

ma, si, me lo chiedo anche io, che ci faccio. sono molto muffo, in questo muffo periodo...

Posta un commento


 

Il blog di gelo

Salvadeat

Il mostro sul comodino

Copyright 2010 pensieridigelo. All rights reserved.
Themes by Bonard Alfin | Distributed by: free blogger template videobest blogger templates of 2013 | best vpn anonymous best vpn on mac