sabato 7 marzo 2015

Note cornacchie

Il grande maestro vento legge le cornacchie, note bizzarre sull'alta tensione, incuranti nel mutare lo spartito e gettare via di volta in volta le chiavi. Lui non ha bacchetta, ma rami: salici per archi, larici per fiati, l'inverno che ha fatto ottoni di castagni e pioppi. Batte il tempo una quercia spezzata.


Related Article:

1 commenti:

Elisa Sala ha detto...

Rondini e cornacchie danno il la al vento!!!!!!!!!!!!!!!!

Posta un commento


 

Il blog di gelo

Salvadeat

Il mostro sul comodino

Copyright 2010 pensieridigelo. All rights reserved.
Themes by Bonard Alfin | Distributed by: free blogger template videobest blogger templates of 2013 | best vpn anonymous best vpn on mac